Sbocca presso Odessa:curiosità e caratteristiche del fiume Dnepr

Il Dnepr  è  un fiume   dell’Europa orientale. Nasce a 220 m s.m nei pressi  di Rialto dei Valdaj (Russia), bagna Smolensk, passa il settore orientale della Bielorussia attraverso Mahilëu; prosegue  in  territorio Ucraino attraversa Kiev, sfocia nel Mar Nero. Suoi  affluenti sono i fiumi Sož, Desna e Samara , Beresina, Pripjat e Ingulec. Il fiume risulta essere  navigabile da aprile a dicembre, è un’importante via di comunicazione, essendo collegato col fiume Bug tramite il canale Bug-Dnepr, col fiume Neman (Nemunas) tramite il canale di Oginsk, e con la Dvina Occidentale tramite il canale Beresina.  Sbarrato da numerose  dighe, con formazione di vasti bacini lungo un percorso di circa  800 km,  che sono stati finalizzati  per produrre energia elettrica (quasi il 10% della produzione elettrica ucraina).

Storia del Dnepr

Il Dnepr è ricordato dallo storico greco Erodoto nel V secolo a.C. come Βορυσθένης (Borysthénēs) cioè “ampia terra”.  Demostene e Strabone lo classificarono con lo stesso  nome . Successivamente  si impose il nome latino Danaper o Danapris.  Presso Gli Unni fu chiamato Var e i Bulgari Buri-Chai.  Il fiume rappresenta  la principale via di comunicazione tra il Mar Baltico e il Mar Nero. Il Dnepr  costituì  durante  la seconda guerra mondiale,   la cosidetta linea Stalin, un ambiente fatto di  feroci dispute e guerre  tra le truppe  tedesche e russe, ed oggi, favorisce   il divario più geograficamente rilevante tra ovest ed est ucraino.

Dnepr: il 4 fiume d’Europa

Il fiume copre in maniera importante il fabbisogno energetico dell’ucraina.Il  Dnepr, si qualifica  la quarta posizione tra i fiumi più lunghi d’Europa  lunghezza di 2.290 Km. Troviamo la sua sorgente sull’altopiano del Valdaj e continua la sua percorso attraversando Russia, Bielorussia ed Ucraina ed è qui  che  il  Dnepr produce energia idroelettrica e viene prodotta  il 10% del fabbisogno totale.Il Dnepr 4 fiume più imponente d’Europa possiede una portata di circa 2.900 m³/s e  bagna Kiev, la capitale dell’Ucraina sbocca  nel Mar Nero nei pressi della città di Odessa attraverso un ampio estuario.

Conclusioni

Il fiume Dnepr vanta una lunga storia  fatta di guerre cruente ed è stato terreno di campi di battaglia dove hanno perso la vita e sono stati uccisi migliaia di persone come visto in vari periodi storici, ma soprattutto durante la 2 guerra mondiale costituendo il percorso della famosa linea Stalin.Anche se è stato il protagonista di sfortunati episodi della storia umana, rappresenta tuttavia un fiume dove si sono succedute le navigazioni di diversi popoli sin dall’antichità ed inoltre rappresenta il mezzo attraverso il quale avviene la produzione di energia elettrica(10%) che soddisfa le esigenze della popolazione ucraina.Quindi tra tanti lati negativi il fiume rappresenta anche un valido supporto utile a soddisfare i bisogni dell’intera Ucraina e della sua collettività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *