Punto nero incistato: cause, rimedi e trattamenti

Un inestetismo che hanno davvero tutti, riguarda i punti neri. Il punto nero può apparire su tutto il corpo, soprattutto in soggetti che soffrono di questo inestetismo ma, tuttavia, è sul viso che se ne concentrano in quantità maggiore. Questo avviene perché la pelle del viso è la più esposta all’esterno e quindi i pori tendono ad assorbire tutte le impurità presenti nell’aria. Tenendo sempre presente che le impurità esterne sono solamente un aggravante ma non il fattore principale di formazione dei punti neri.

I punti neri

Con punti neri, in realtà, noi andiamo a definire quelli che prendono il nome di comedoni aperti. Essi sono delle impurità della pelle causate principalmente dai comedoni chiusi, che vengono anche chiamati punti bianchi. La differenza è molto netta e molto visibile a occhio tra punti bianchi e punti neri. Quello che spesso non si sa è che uno e l’altro sono implicati a vicenda.

Il processo che porta alla formazione dei punti neri, parte dai punti bianchi e quindi dai comedoni chiusi. I comedoni chiusi sono costituiti da un insieme di sebo, cheratina, microorganismi e detriti che provengono dagli scarti cellulari. Essi sono normalmente chiusi ma, in alcuni casi, a causa della pressione che questo insieme di materiali genera, essi possono aprirsi.

A questo punto, il materiale, fuoriesce dal poro. Qui si trova a contatto con l’esterno e con l’aria e viene quindi esposto ad una ossidazione lipidica. E’ durante questa fase di ossidazione che si forma quello che viene chiamato “cappello nero-bruno”, che contraddistingue tutti i comuni punti neri.

Solitamente i punti neri non sono un problema così grave poichè vengono rimossi tramite una accurata pulizia del viso e tenuti sotto controllo con la detersione. Tuttavia, esistono casi molto particolari in cui i punti neri vengono colpiti da un’infezione batterica e possono addirittura formare vere e propri cisti cutanee su cui è necessario intervenire.

Come rimuovere i punti neri incistati

La creazione di una ciste causata da un punto nero non è così frequente. Tuttavia non è un’ipotesi così remota da escludere e quindi è sempre bene fare attenzione quando si trattano problemi dermatologici. E’ bene fare attenzione ed osservare l’evoluzione del punto nero per poter essere certi di non incorrere in problemi troppo gravi da risolvere. Nel momento in cui notiamo che un comune punto nero è probabilmente diventato sede di infezione, è necessario intervenire.

Un punto nero incistato è un comedone aperto che è stato attaccato da dei batteri che sono andati ad infiammare la zona favorendo la formazione di una ciste. In questi casi specifici non si riesce più semplicemente ad intervenire schiacciando il punto nero attraverso una pulizia, ma è necessario un intervento ambulatoriale.

Sarà infatti il medico che andrà ad intervenire, previa anestesia locale, una piccola incisione. In questo modo tutto il materiale infetto potrà fuoriuscire dal poro, rimuovendo la ciste. Questa è un’operazione semplice ma che deve essere eseguita da un medico. E’ infatti importante che vengano prese tutte le precauzioni corrette e che la parte venga poi medicata e controllata fino alla guarigione completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *