Potatura limone: come deve essere eseguito correttamente

La potatura del limone è una  procedura   per ottenere frutti  migliori  e arrivare ad avere un raccolto più abbondante. Vediamo nel dettaglio come si esegue nel modo più corretto.

Consigli per la potatura del limone

Tutti gli alberi da frutta necessitano di potatura. Essa è necessaria perché garantisce una maggior quantità di luce ed inoltre si assiste ad un aumento dell’aerazione. Se la potatura viene eseguita in modo corretto garantisce frutti più polposi e soprattutto diventano di una qualità superiore. Potare l’albero del limone presenta degli enormi vantaggi, i frutti saranno sicuramente più sani e di maggiori dimensioni.

Questo agrume è molto diffuso, lo troviamo sia nei giardini che negli orti, ma proprio quando manca di  un’idonea potatura (da fare sin dai primi anni di vita della pianta) la fruttificazione non è delle  migliori. Bisogna scegliere il momento migliore per effettuare la potatura che deve avvenire dopo subito dopo il raccolto per dare modo alla pianta  di recuperare prima che avvenga il successivo raccolto. L’mportante è considerare il fatto che la potatura non può avvenire quando fa molto caldo quindi bisogna eseguirla con temperature più adatte.

I climi migliori per la potatura del limone sono ricompresi  in un  periodo che va  da febbraio ad aprile. I mesi migliori sono febbraio- marzo  tenuto conto anche delle gelate. Si  può pensare di potare il limone anche ad aprile ovviamente prima che inizi la fioritura.  Poi si potrà procedere ad una seconda potatura  estiva  da fine giugno a metà settembre, tuttavia il miglior mese estivo per la potatura è  luglio.

Procedura per potare il limone

Vediamo come si procede alla potatura del limone: per i rami più piccoli vi è necessità di forbici,  per i  rami con una  dimensione fino a 3 centimetri  cesoie e per rami grandi si usano le  seghe. Il tutto va eseguito proteggendo le mani con dei guanti idonei. Bisogna fare attenzione a potare la pianta massimo fino ad un terzo nell’arco di un anno e per le piante più giovani la potatura avverrà in modo più netto, per le piante più vecchie l’intervento sarà meno incisivo.

Lo scopo della potatura è quello di  rimuovere le parti morte della piante ( come i rami secchi) e permettere ai rami sani di crescere in modo vigoroso. Il giusto compromesso e lo scopo della potatura  saranno quelli di creare  un perfetto equilibrio tra l’estetica della pianta e i futuri frutti. L’importante è non toccare i rami che produrranno  i fiori e poi i limoni.

Durante la potatura si dovranno rimuovere i polloni ( ossia quei rami che nascono dalla base principale della pianta) poiché tolgono nutrimento all’albero e i rami dovranno essere tagliati effettuando un taglio in obliquo. L’ultima fase sarà quella di applicare sui tagli un prodotto di tipo cicatrizzante  che faciliterà la guarigione della piante e soprattutto servirà a contrastare il proliferare di parassiti e di funghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *