Come scegliere un distributore automatico

Al giorno d’oggi i distributori automatici sono delle macchine davvero evolute, sempre più utilizzate dagli italiani in azienda, nei luoghi pubblici e in altri punti di aggregazione. Allo stesso tempo è importante installare le vending machine giuste, per offrire un servizio di qualità a chi usa questi erogatori di cibi e bevande. Vediamo alcuni consigli utili per capire come scegliere il distributore automatico adeguato.

Valutare le prestazioni e il tipo di macchina da installare

La prima cosa da fare quando si vuole offrire a dipendenti, clienti o semplici passanti un servizio di erogazione di prodotti in modo automatico, riguarda lo studio delle prestazioni della macchina da installare. Sul mercato esistono tantissimi modelli di vending machine, perciò è importante capire che tipo di dispositivo proporre in base a una serie di caratteristiche.

Ad esempio bisogna tenere conto del numero di persone da servire, del tipo di spazio a disposizione, delle finalità del servizio e delle modalità di utilizzo. È differente scegliere un distributore automatico per un’azienda da 10 o 50 persone, oppure da sistemare in un museo, presso una stazione della metropolitana o in punto vendita localizzato in una strada molto affollata.

La progettazione iniziale richiede attenzione e uno studio adeguato di tutti questi parametri, per individuare la macchina più adatta a seconda del servizio da svolgere. In questo caso è possibile richiedere un preventivo gratuito su worldmatic.com, un’azienda che si occupa da anni di distributori automatici, in grado di fornire un servizio di supporto e assistenza specializzata per aiutare i propri clienti a individuare l’opzione più adeguata alle proprie necessità.

Scegliere la formula più conveniente

Una volta definito il tipo di macchina da installare bisogna scegliere la formula giusta, per ottenere un servizio facile da gestire e caratterizzato da un prezzo competitivo in linea con la qualità richiesta. Alcune aziende propongono l’opzione del comodato d’uso, attraverso la quale è possibile sistemare uno o più distributori senza pagare nulla in quanto il costo è quello dei prodotti acquistati, con un prezzo pagato interamente da chi prende i prodotti oppure con sconti applicati dall’azienda tramite chiavette elettroniche.

In alternativa è disponibile il noleggio delle macchine erogatrici di cibo e bevande, un servizio che prevede il pagamento di un canone fisso all’interno del quale possono essere compresi alcuni extra, come la manutenzione del dispositivo, la pulizia a intervalli regolari e l’assistenza tecnica. Si tratta di una soluzione indicata per usare prodotti propri, pagando l’uso del dispositivo in modo simile a come avviene con il noleggio auto.

Ad ogni modo è sempre opportuno contattare una società specializzata, per capire insieme a dei professionisti quale possa essere l’opzione migliore per le proprie esigenze, considerando costi e benefici di ogni servizio. In particolare è necessario se si vuole mantenere il controllo sui prodotti erogati dalla macchina, oppure delegare l’intero procedimento puntando invece tipo di servizio offerto.

Definire i prodotti e le bevande da erogare

Una scelta importante quando si installano dei distributori automatici riguarda il tipo di prodotti da inserire nelle macchine. Spesso si tende a concentrarsi sul prezzo, preferendo opzioni più economiche per mantenere i costi bassi, tuttavia non è la strada giusta da seguire. Al contrario è fondamentale proporre un giusto rapporto qualità-prezzo, soprattutto se la vending machine viene posizionata all’interno di locali aziendali.

Bisogna ricordarsi che in gioco c’è l’immagine dell’impresa, la quale potrebbe essere abbinata a prodotti scadenti e ad un servizio di scarsa qualità, nulla di peggio per compromettere il brand e la reputazione dell’azienda. Oggi è possibile scegliere snack e bevande di qualità in modo piuttosto semplice, senza spendere una fortuna ma riconoscendo semplicemente il giusto valore.

Inoltre si possono definire delle alternative particolari, ad esempio inserendo nella macchina dei prodotti per le persone intolleranti ad alcuni alimenti, oppure delle varietà specifiche di caffè per rendere l’aroma della pausa davvero speciale. Le soluzioni sono pressoché infinite, per questo motivo è indispensabile una corretta pianificazione del servizio fin dall’inizio, per ritrovarsi con un distributore perfettamente rispondente alle proprie necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *